III Edizione delle Giornate di Studi interdisciplinari “GEOGRAFIA E...”

A cura della Società di Studi Geografici

Geografia e Tecnologia

01 / 2022

Pisa, 30 giugno – 1 luglio 2022
Università di Pisa, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere

Presentazione

 

GEOGRAFIA E TECNOLOGIA

Giornate di studi interdisciplinari su tecnologia e transizioni, trasformazioni, rappresentazioni territoriali

La Società di Studi Geografici propone anche quest’anno l’iniziativa delle Giornate di Studi Interdisciplinari “Geografia e …”, un appuntamento annuale di fine primavera/inizio estate, giunto alla terza edizione, che   andato ad affiancarsi agli incontri su “Oltre la Globalizzazione”.
Dopo l’edizione del 2020 dedicata al Paesaggio e quella del 2021 sul Cibo, quella del 2022 affronta il rapporto Geografia e Tecnologia, inteso nelle sue varie declinazioni; un tema che negli ultimi anni diventato centrale e occasione di confronti interdisciplinari.
Viviamo in un mondo sempre pi  complesso, caratterizzato da cambiamenti accelerati e da scenari futuri incerti, come la pandemia da Covid-19 ha reso ancora più evidente. Un mondo in cui la tecnologia ha dimostrato di giocare un ruolo decisivo e pervasivo nei diversi campi dell’agire umano e nell’organizzazione degli spazi. In tutto ciò, emergono nuove tendenze e geografie della contemporaneità, che impongono e offrono una molteplicità di riflessioni e sguardi per leggere le trasformazioni in atto e adeguare le nostre lenti e categorie di analisi. La geografia, insieme ad altre discipline, senza dubbio chiamata ad interrogarsi sull’evoluzione delle tecnologie, sui profondi mutamenti generati in campo economico, sociale e culturale a diverse scale territoriali (da quella globale a quella locale e individuale) e sulle nuove forme di spazialità ibride e di intersezione tra esseri umani, elementi naturali e macchine.
Tra i diversi risvolti geografici che possono essere esplorati all’interno di questa linea tematica, alcuni risultano di particolare interesse – tra l’altro, molto presenti nel dibattito politico attuale intorno al PNRR – e propongono temi e domande di ricerca che sollecitano contributi da parte di studiosi di diverse discipline:

  •  le dinamiche di sviluppo territoriale collegate alla nuova rivoluzione tecnologica e digitale e le trasformazioni dei sistemi di produzione e degli spazi e paesaggi dell’economia e società contemporanee;
  •  il ruolo delle ICT, dei big data e dell’IoT (Internet of Things) nel definire nuovi scenari dell’abitare, del lavorare e del muoversi e soluzioni innovative nel campo della cultura, del turismo e del tempo libero;
  •  le trasformazioni materiali e immateriali della città, in cui le tecnologie diventano strumenti di interfaccia tra le varie componenti, delineando l’emergere di nuove concezioni dell’urbano (smart, sentient, platform urbanism);
  •  l’applicazione delle tecnologie avanzate in risposta alla sfida della transizione ecologica e alla determinazione di modelli di città sostenibile, che vadano oltre i paradigmi della città intelligente e creativa;
  •  l’utilizzo delle tecnologie digitali per la partecipazione attiva dei cittadini e di alcune parti della società civile alle dinamiche di sviluppo e alle questioni ambientali (attivismo digitale, progetti di citizen science, pratiche partecipative, narrazioni urbane);
  •  i processi di polarizzazione socio-economica e la formazione di nuovi rapporti centro-periferia e divari territoriali sul piano delle competenze tecnologiche, delle infrastrutture e dell’accessibilità;
  •  la complessità della governance dei flussi informazionali e delle interconnessioni tra spazio fisico, virtuale e relazionale, mediata dalle piattaforme digitali e dall’emergere di nuovi attori, forme di capitalismo, profilazione e sorveglianza, relazioni di potere;
  •  le diverse percezioni e resistenze della popolazione e delle comunità locali ai cambiamenti generati dalla digitalizzazione e dalla pervasivit  tecnologica tra geografie dell’entusiasmo e dello scontento;
  •  il contributo delle tecnologie geo-spaziali avanzate (GIS, webGIS, geoAPP, UAV) per l’analisi storica dei territori, la rappresentazione cartografica dei cambiamenti e la costruzione di scenari;
  •  la generazione di immaginari e narrazioni dei territori sempre pi  veicolati, immaginati e riconfigurati dagli attori istituzionali, cittadini, visitatori, produttori culturali, tramite l’uso delle nuove tecnologie e dei social media.

Soggetti promotori

L’iniziativa è organizzata dalla Società di Studi Geografici, in collaborazione con:
Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa (progetto di eccellenza) e Gruppo Agei “Geografia dell’innovazione e dell’informazione”.

EVENTO

GEOGRAFIA E TECNOLOGIA
Giornate di studi interdisciplinari su tecnologia e transizioni, trasformazioni, rappresentazioni territoriali

Pisa, 30 giugno – 1 luglio 2022
Università di Pisa, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere

Sede dell’evento:
Università di Pisa
Polo della Memoria San Rossore 1938 – Via Risorgimento (angolo via Nicola Pisano), Pisa

INFO

Riferimenti e contatti:
Michela Lazzeroni: ssg.geotec2022@gmail.com

ORGANIZZATORI

LOCANDINA EVENTO